giovedì 3 marzo 2011

Maya: sulle tracce del tesoro.


Guidati da Joachim Rittsteig, esperto di scrittura maya, un gruppo di scienziati e giornalisti tedeschi è partito, martedì scorso, per una missione in Guatemala, alla ricerca di un tesoro perduto appartenente ai Maya che sarebbe sommerso sotto il Lago Izabal.
Secondo il quotidiano tedesco Bild, che ha sponsorizzato la spedizione, il team sarebbe composto da due reporter, un fotografo, e un subacqueo professionista che si immergerà nelle acque del lago, nel tentativo di trovare otto tonnellate d'oro.
La spedizione è guidata da Joachim Rittsteig, il quale sostiene di aver decifrato il famoso Codice di Dresda, nel quale sarebbero riportate, in uno dei suoi capitoli, informazioni specifiche che condurrebbero ad un tesoro nel lago di Izabal.
"Il Codice di Dresda conduce ad un tesoro di otto tonnellate di oro puro…a pagina 52 si parla della capitale Maya di Atlan, che venne distrutta da un terremoto il 30 ottobre dell'anno 666 a.C. In questa città erano conservati 2.156 barre d’oro sulle quali i Maya avevano registrato le loro leggi…", ha detto Rittsteig, che ha trascorso più di 40 anni a studiare il documento.
Il tesoro, inabissatosi insieme alla città, dovrebbe ancora trovarsi sul fondo del lago di Izabal, nella parte orientale del Guatemala, così come sembrano confermare le immagini radar in possesso di Rittsteig.
Se la ricerca avrà esito positivo verranno alla luce centinaia di tavolette d’oro per un valore stimato intorno ai 211 milioni di euro.
Il Codice di Dresda, redatto nel 1250 d.C. da parte dei sacerdoti Maya, è uno dei quattro documenti principali che ci rimangono di questa antica cultura, ed è stato ospitato, negli ultimi 272 anni, nella Biblioteca di Stato della Sassonia, in Germania Est.
Joachim Rittsteig ha dedicato gran parte della sua vita alla decodifica di questo documento; l’ultimo capitolo è balzato da tempo agli onori della cronaca poiché, a detta di alcuni ricercatori, descriverebbe gli avvenimenti che avranno luogo il 21 dicembre del 2012.

Fonte: Fox News
share su Facebook
Siti

Nessun commento:

Posta un commento